Le uova

Le uova: tutti le conosciamo, ma sappiamo veramente tutto? Io credo di no. Allora ecco qui alcuni consigli nuovi e alcuni trucchi che ho carpito alla nonna.foto
Le uova confezionate sono classificate secondo il peso:  le più diffuse vanno dai 55 ai 65 gr. Sul contenitore per legge deve apparire la data di scadenza ma non è obbligatoria quella di confezionamento; la dicitura “extra”, stampata su una fascetta, indica che non sono ancora trascorsi 7 giorni dalla deposizione. Le cosiddette “uova di cortile”, che si acquistano non confezionate, dovrebbero essere più fresche ma offrono poche garanzie igieniche. Se il guscio è sporco, pulitelo, perchè essendo poroso, consente il passagio dei germi all’interno. Il guscio di colore più intenso, contrariamente a ciò che si crede, non è sinonimo di qualità superiore. Se dubitate della freschezza di un uovo, immergetelo in acqua molto salata (120 gr. di sale per ogni litro di acqua): se è freschissimo rimane adagiato sul fondo; se ha dai 3 ai 6 giorni tende a sollevarsi ma resta immerso nell’acqua; se è vecchio e in questo caso è meglio buttarlo, galleggia. Ricordate anche che nell’uovo fresco sgusciato l’albume è “elastico”, non acquoso, e ben raccolto attorno a un tuorlo turgido e convesso. Il colore acceso di quest’ultimo, invece, non significa miglior qualità. Dopo l’acquisto, riponete le uova in frigorifero, negli appositi contenitori, con la punta rivolta verso il basso. Se sono molto fresche, si conservano anche 3-4 settimane (osservate comunque sempre la scadenza). Le uova sgusciate e tutte le preparazioni che contengono uova crude non si conservano per più di 24 ore e vanno isolate dall’aria con pellicola da cucina. Le uova sode non sgusciate si conservano anche 3 giorni. Si possono mantenere anche in una dispensa fresca oppure in cantina: in entrambi i casi, avvolgetele singolarmente in carta di giornale, si conserveranno per 3-4 settimane come in frigo. Se volete conservare le uova molto a lungo, congelatele: sbattetele come se doveste prepare una frittata; versatele in piccoli contenitori da freezer e sigillate. Per maggior praticità potete congelarle nelle vaschette del ghiaccio: poi raccogliete i cubetti ottenuti in un sacchetto, in modo da prelevare di volta in volta la quantità necessaria, un cubetto equivale a un uovo quasi intero, circa 3/4.

Consiglio di polpetta: Se avete problemi di salute e dovete limitare il consumo di uova, ricordate che si trovano tra gli ingredienti di moltissime ricette dalla pasta ripiena e non, le fondute, i soufflè, moltissimi dolci e biscotti, gelato, creme, paste lievitate, ecc. In generale la quantità consigliata è di 2 o 3 uova a settimana.

Questa voce è stata pubblicata in Cucina e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image