Il mercato FOREX

Anche se il momento non è il più adatto, vista la grave crisi economica in cui navighiamo, esistono ampi margini di guadagno tramite investimenti in borsa. Il mercato classico per come lo si conosce, fatto di azioni legate all’andamento di una società è di fatto già rischioso per natura, se poi a questo rischio vi si aggiunge anche il periodo di forte instabilità che stiamo attraversando, direi che è meglio starne alla larga. forex-tradingA meno che non si abbiamo un po di risparmi da poter investire, poichè se ci si pensa il momento migliore per comprare è proprio questo, ovvero le azioni della società X, che prima valevano 100, oggi valgono 20. Per coloro che l’hanno acquistate a prezzo pieno (100) si registra una grave perdita, ma per coloro che ora decidono di comprarli a 20, il rischio di perdere il proprio capitale c’è ma è contenuto (ovviamente in base a quello che si investe), ma viceversa la possibilità di guadagni è relativamente alta. Generalmente dopo una crisi vi è sempre una ripresa, pertanto il valore potrebbe risalire per tornare ai vecchi valori o perlomeno cercare di colmare il gap. Questo è la classica speculazione di cui si parla tanto in borsa, ma è legata all’andamento dell’azienda e al clima economico mondiale. Il mercato FOREX (sigla di Foreign Exchange Market) invece verte principalmente su scambi in divisa, ovvero su valute (euro, dollaro, yen, etc..), che sembra un “gioco” per pochi o di nicchia, ma ad oggi può vantare  quasi 2 mila miliardi di dollari di transazioni. La sua semplicità e duttilità, sta nel fatto che è un mercato aperto 24 ore (tranne nel fine settimana) e che non bisogna per forza avere un conto corrente con deposito titoli, per potervi operare, ma basta una connessione ad internet (preferibile di buona velocità) e l’aver installato un tool che permette non solo di interfacciarsi con il mercato, ma che può in tempo reale permettere le transazioni e analizzarne i dati e l’andamento. Inoltre nella maggior parte dei treader c’è la possibileità di avvalersi della “Leva“. Per Leva si intende la possibilità di rapportare il proprio investimento con una scala differente. forex_strategy_builder_1552Per esempio, se disponiamo di 10 euro e vogliamo investire in dollari, con una leva di 200:1, possiamo comprarne per 2000 Euro (10 euro X 200 leva=2000 euro), pertanto se il dollaro dovesse aumentare il suo valore del 5% avremo di conseguenza un guadagno del 5% di 2000 rispetto ai 10 iniziali, in questo caso il vantaggio è abbastanza evidente. Se invece registrate un calo del dollaro (sulla base dell’esempio precedende), perderete tutto il capitale investito in un solo colpo, poichè il gioco del 5% rapportato con la leva funziona anche al ribasso. Molti tool offrono diverse risorse che vi possono essere molto utili, come il Lo “stop-loss” (o stop alla perdita), che in casi di forte perdita interviene in base ad un limite definito. Comunque sia anche se il rischio è di perdere solo il proprio capitale investito, poichè non vi è nessuna ripercussione sui propri risparmi, è consigliabile studiarne un po l’andamento e fare pratica, tramite la funzione di gioco che quasi tutti i tool hanno al loro interno, che permette di investire realmente nel mercato, ma con soldi non veri, proprio per darvi modo di capirne i meccanismi e quindi poter decidere se investire realmente.
Quindi esiste un rischio di perdere al proprio investimento iniziale (anche se limitato), viceversa il profitto che se ne può ricavare è teoricamente illimitato, se si fa molta attenzione o se ci si vuole affidare alla consulenza di un professionista.

Attualmente le uncihe società serie di forex sono EToro e CKFX
Questi sono i banner con i quali potete iscrivervi:


Forex Online

Potete trovare maggiori informazioni nei siti delle due società. La visita alle società e l’iscrizione alle società non è assolutamente vincolante. Potete anche fare un giro nel sito e valutare con calma se il forex è quello che fa per voi!

Questa voce è stata pubblicata in Mondo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image