Gattò di patate ai funghi e sapore di tartufo

Per 6 persone:

Per il purè: 1,6 kg. di patate, 50 gr. di burro, sale qb, 40 gr. di parmigiano reggiano grattugiato, 1 o 2 bicchieri di latte, 1 tuorlo d’uovo, 1 ciuffo di prezzemolo, 1 cucchiaio di pasta di tartufo.

Per il ripieno: 1 mozzarella di circa 250 gr., 500 gr. di funghi champignon, 20 gr. di funghi porcini secchi, un po’ di olio, 30 gr.  di parmigiano grattugiato.
gattodipatate1
Per la copertura: 2 o 3 cucchiai di pangrattato, qualche fiocchetto di burro.

Lessate le patate e pelatele calde una alla volta, sciaccandole via via con lo schiaccia patate, o un passa verdure a buchi fitti, in mancanza potete schiacciarle con una forchetta ma ci vuole più tempo. Mettetele in una pentola con un bicchiere di latte e lavoratele per un po’ mescolando continuamente a fuoco medio e aggiungendo anche il burro. A seconda della densità che le patate raggiungono aggiungete altro latte. Quando il purè avrà raggiunto la giusta cremosità spegnete il fornello e aggiungete il tuorlo d’uovo, il parmigiano, il prezzemolo tritato e la pasta di tartufo. Mettete a mollo i funghi secchi in una ciotola. Pulite gli champignon levando prima la terra e poi strofinandoli con della carta da cucina in modo da togliere quella buccia che li ricopre. Lavateli rapidamente e affettateli. Fateli rosolare in una padella con un po’ di olio e aggiungete i porcini strizzati dall’acqua e ridotti a piccoli pezzi. Bagnateli con un po’ dell’acqua in cui avete messo a mollo i porcini. Terminate la cottura e lasciate raffreddare bene. Ungente un tegame e stendete circa la metà del purè. Ricoprite conl uno strato di funghi e uno di mozzarella a fettine. Spolverate con il formaggio gratttato e versate l’altra metà del purè lisciando la superficie con una paletta umida. Coprite con il pagrattato e spargete qua e là qualche fiocchetto di burro. Infornate a forno caldo a 180° per almeno mezz’ora finchè non sarà imbiondito.

Consiglio dello chef: Potete prepararlo il giorno prima e farlo insaporire in frigo per poi cuocerlo il giorno dell’uso. E’ preferibile far riposare il gattò un quarto d’ora altrimenti quando fate le porzioni rischia di rompersi. L’ideale è mettere la mozzarella sopra i funghi così quando si scioglie cola verso il basso impastandosi con i funghi.

Questa voce è stata pubblicata in Cucina e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image