100 anni di Calcio Padova

Calcio_Padova

29 gennaio 1910: nasce il Calcio Padova, la mia squadra del cuore
L’atto costitutivo recita, all’articolo 1:

Art. 1
E’ costituita col nome di Associazione del Caldo Padova una società avente lo scopo di incrementare la pratica e la
diffusione del Gioco del Calcio in particolare e degli altri sports atletici in genere col fine della educazione fisica della gioventù.

L’intero testo dell’atto costitutivo é disponibile online:
Calcio Padova – Atto costitutivo

29 gennaio 2009: cominciano i festeggiamenti per l’anno del centenario

Nel frattempo questi cento anni non sono stati costellati, purtroppo, dagli stessi successi che hanno conquistato le grandi squadre di cui sentiamo parlare quasi quotidianamente.
L’unico trofeo che esibiamo in bacheca é una Coppa Italia di Serie C vinta nel 1980. I migliori piazzamenti nella storia sono stati un secondo posto in Coppa Italia (1967, in Serie B) e un terzo posto in Serie A nel campionato 1957-58 sotto la guida del grande Nereo Rocco.

Per il resto gran parte della storia del Padova si é giocato in Serie B e, ultimamente, in Serie C, da cui non riusciamo più ad uscire. L’ultima annata da ricordare é stata il 1994-95, il ritorno in Serie A dopo 32 anni. Un avvio disastroso, con una quantità imbarazzante di gol subiti e il destino della squadra sembrava già segnato. Ma poi una ripresa con risultati quasi incredibili (vittoria casalinga contro l’Inter e addirittura a Torino con la Juventus) rilanciano il Padova che arriva all’ultima giornata con 3 punti di vantaggio sul Genoa, quartultimo in classifica. Il Genoa vince, mentre il Padova perde nei minuti di recupero a San Siro contro l’Inter. Io c’ero ;-(
La settimana successiva vittoria ai rigori nello spareggio contro il Genoa.
La formazione di quel campionato rimarrà nella memoria di tutti i tifosi: Bonaiuti, Balleri, Gabrieli, Franceschetti, Rosa, Lalas, Krek, Nunziata, Maniero, Longhi, Valaovic.

Ma dalla stagione successiva iniziò il crollo. Campionato 1995-96 pessimo e retrocessione in Serie B. Nuove proprietario, Cesarino Vigano, acquista nomi importanti, ma che non rendono. E si raggiunge la salvezza per un soffio, dopo che i propositi erano di promozione. L’anno successivo niente da fare, si finisce in Serie C. E poi ancora in Serie C2, perdendo ai playout contro il Lecco.
In 2 non va meglio, alla prima stagione non si raggiungono neanche i playoff. Va meglio l’anno successivo, con la vittoria del torneo e il ritorno in Serie C1, da dove non ci siamo più mossi, raggiungendo a stento i playoff in qualche occasione.

E anche quest’anno, dopo un inizio di stagione promettente (in Coppa Italia), il campionato si é rivelato scarso di soddisfazioni. Inoltre l’esonero dell’allenatore Sabatini, riassunto poi dopo poche giornate, non ha certo giovato all’ambiente. Tuttavia dopo il suo ritorno abbiamo conquistato due vittorie consecutive, riagganciando il quinto posto, l’ultimo buono per la qualificazione ai playoff (oggi vittoria 2-0 contro la Sambenedettese).

E noi tifosi rimaniamo a sperare che quest’anno, oltre alla festa del centenario, si possa finalmente festeggiare anche il ritorno al calcio che conta.

Questa voce è stata pubblicata in Sport e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image